Posso cambiare la mia tariffa da "residente" a "non residente" (o viceversa)?

Certo: scrivici in chat o fatti richiamare. Ci occuperemo noi di tutto. Tieni presente che il tuo distributore potrebbe addebitarti il costo dell’operazione: nel caso, pagheresti 25,81 € + IVA, una-tantum. I soldi andranno tutti a lui (noi non applichiamo maggiorazioni).

Cambiare la tariffa, inoltre, influisce sulla spesa annua: i “non residenti” non pagano il canone TV, ma sono soggetti a una quota aggiuntiva di 112 € annui. Inoltre, se hanno un contatore di potenza pari o inferiore a 3 kW, i “non residenti” perdono l’agevolazione accise, che vale fino a 40 € all’anno.

Per fare un esempio, se il tuo contatore ha una potenza di 3 kW e passi da “residente” a “non residente”, pagherai circa 62 € all’anno in più, oltre a sostenere l’eventuale costo richiesto dal distributore. Ovviamente vale anche il contrario: se passi da “non residente” a “residente”, risparmierai più o meno la stessa cifra.

Per questo motivo, a seguito della modifica dovremo ricalcolare la tua rata.

Evviva! Abbiamo appena fatto il pieno di autostima.

Ci dispiace saperlo. Puoi dirci cosa non va in questa risposta? Colpisci duro, non ci rimarremo male.

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci al telefono

Scegli un argomento e una fascia oraria: ti chiamiamo noi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce