Quanto costa ridurre, aumentare o modificare la potenza del contatore?

Per tutte le riduzioni la modifica è gratuita. Dal momento che la potenza influisce sulla spesa annua, se la diminuisci abbasseremo la tua rata di 1,77 € + IVA al mese (21 € + IVA l'anno) per ogni kW in meno.

Se invece vuoi aumentare la potenza, innanzitutto devi sostenere un costo una-tantum richiesto dal distributore. Se aumenti fino a 6 kW ti addebiterà 55,66 € (+ IVA) per ogni kWh aggiuntivo richiesto; se invece aumenti oltre i 6 kW applicherà un costo diverso, che varierà in funzione del suo preventivo. I soldi andranno tutti a lui: a differenza di altri fornitori, noi non applichiamo nessun ricarico.

Inoltre, quando aumenti la potenza, la spesa mensile sale di 1,77 € + IVA per ogni kW in più (21 € + IVA € l'anno). Se sei residente e aumenti la potenza oltre i 3 kW, perderai anche «l’agevolazione accise»: questo ti costerebbe fino a 40,86 € l’anno.

Per evitarti di pagare tutte queste spese in una volta sola, quando aumenti la potenza ricalcoliamo la rata, a meno che l'aumento sia inferiore a 5 € al mese. In quel caso ne terremo conto al termine dei tuoi primi 12 mesi, così per un po' non dovrai pensarci. Al termine dei 12 mesi la differenza sarà spalmata sui 12 mesi successivi.

Evviva! Abbiamo appena fatto il pieno di autostima.

Ci dispiace saperlo. Puoi dirci cosa non va in questa risposta? Colpisci duro, non ci rimarremo male.

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci al telefono

Scegli un argomento e una fascia oraria: ti chiamiamo noi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce