04 LUGLIO 2022

Hai detto “sì” a un call center?

Hai ancora tempo per dirgli “no”: ma c’è di più.

Condividi
Copia link

Se da un po’ di tempo senti parlare di “blocco ai call center aggressivi” ma le telefonate sembrano aumentare, è perché siamo a un giro di boa. Dal 27 luglio, infatti, sarà possibile iscrivere anche il proprio numero di cellulare – per i fissi questa opzione è già valida – sul Registro pubblico delle opposizioni. Si tratta di un elenco di numeri che non possono essere contattati per le telefonate commerciali. Questo certo non fermerà i call center, ma di sicuro sta minacciando il loro mercato e li sta rendendo più aggressivi del solito.

Non facciamoci prendere dalla disperazione: i modi per contrastare le truffe e l’insistenza ci sono. Per esempio AGCM e ARERA, di recente, hanno deciso di raccogliere tutte le informazioni utili sul sito difenditicosì. Più siamo informati, più semplice sarà difenderci. Ma torniamo a parlare di quel pericolosissimo “sì”.

 

Hai il diritto di ripensarci

È un fatto, soprattutto se hai detto “sì” a un contratto stipulato telefonicamente e/o a distanza (in Italia è legale stringere contratti telefonici). La legge dice che, tolta qualche eccezione, hai fino a 14 giorni per esercitare il tuo “diritto di ripensamento” e puoi farlo senza penali o costi aggiuntivi. Le modalità non sono sempre comode: ne abbiamo parlato meglio qui. Rimane comunque il fatto che devi poter esercitare questo diritto e noi abbiamo cercato di rendere la cosa il più semplice possibile, almeno per chi vuole salutarci.

Attenzione, in ogni caso, a rispondere “sì” al telefono: non sono state poche le segnalazioni di chi ha ricevuto le bollette di un nuovo fornitore per un’affermazione estorta e riutilizzata in modo poco trasparente. Se dovessi trovarti in questa situazione, su “Difenditi così” trovi tutti numeri e gli indirizzi email a cui rivolgerti.

Palle, palloni e dirigibili

Le storie che i call center si inventano variano per fantasia e dimensioni. Alcune sono più banali, come “Ciao siamo ‘Operatore PippoPluto’ e solo per oggi scontiamo il gas del 200%”. Altre, invece, raggiungono un certo livello di creatività: “dobbiamo passare da te per farti firmare il contratto”, “ti sta scadendo il contratto”, “siamo l’operatore XXX e NeN l’energia la compra da noi, quindi tu la paghi di più”. Non si tratta solo di chiamate insistenti, ma di vere e proprie truffe che abbiamo raccolto anche qui. Ricorda che noi non ti chiederemmo mai:

  • di firmare qualcosa di persona: siamo 100% digitali e non manderemmo mai qualcuno a casa tua, a meno di esserci prima messi d’accordo con te attraverso i nostri canali;
  • di aggiornare il contratto o il prezzo della materia prima del tempo: il tuo è bloccato per tre e anni e il nostro contratto “scade” solo nel momento in cui decidi di andare via;
  • di passare a un altro fornitore per conto nostro: siamo persone empatiche, ma non così tanto da fare un favore così grosso alla concorrenza.

In generale, come puoi difenderti? Una cosa è sicura: prendersi tempo per pensare è sempre l’opzione migliore. Chi ti mette fretta, ti propone offerte fuori dal mondo o non sembra rispondere chiaramente alle tue domande potrebbe non avere le intenzioni più corrette. Qualsiasi cosa succeda, hai sempre il diritto di ripensarci. Ma c’è un’altra cosa che puoi fare.

 

Segnala, segnala, segnala

Serve a tutti, non solo a chi ha ricevuto telefonate insistenti o subìto una truffa telefonica. Segnalare aiuta l’autorità a individuare le compagnie fraudolente e aiuta le persone come te a rendersi conto dei nuovi tentativi di truffa in giro. Ci sono diversi posti dove puoi raccontare quello che ti è successo: lo Sportello per il consumatore o il sito dell’AGCM, per esempio. Noi proviamo a fare la nostra con la pagina di SegnalazioNeN o PersoNeN, il gruppo Facebook dedicato a chi ci ha scelto come fornitore. Da lì, ricondividiamo tutto sui nostri canali. Non preoccuparti di raccontarci le cose più assurde: abbiamo lo stomaco forte.

Abbiamo scelto di lasciarti vivere

Cioè di non avere un call center che ti chiami a tutte le ore per farti proposte assurde e di non appaltare le nostre attività “commerciali” ad altri operatori telefonici. Crediamo che queste procedure non facciano altro che abbassare la fiducia in un settore che non brilla certo per onestà. Chi ha NeN lo sa: se non ti aspetti una chiamata da noi, sicuramente non siamo noi.

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci

Inserisci un indirizzo email e un numero di telefono. Ti chiameremo noi.

Compilando questi campi confermi di aver letto la privacy policy. Useremo il tuo numero e la tua email solo per metterci in contatto con te e non per altri scopi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce