10 GENNAIO 2023

Posso abbassare i consumi della mia attività?

Dipende, ma tutto sommato sì.

Condividi
Copia link

A gennaio il tempo dei bilanci – per le partite IVA, sono quelli con libro contabile e pallottoliere – è già un ricordo. Magari, tra quei numeri, ci sono state sorprese poco piacevoli, che ti hanno fatto pensare seriamente ai modi per diminuire i consumi della tua attività. Diciamo anche che l’anno appena passato non è stato proprio semplice sul fronte bollette, e molte attività hanno pagato un prezzo salatissimo per dei consumi che non potevano evitare – non si può mica spegnere il frigo con le torte gelato. Esistono però dei comportamenti che possono aiutare le piccole e medie imprese – anche quelle più diverse tra loro – ad abbassare i consumi e a risparmiare un po’.

La cosa ti riguarda? Bene, sei in ottima compagnia.

“Vedo la luce”

Ecco, spegnila se non serve. L’illuminazione, a differenza dell’energia utilizzata per certi elettrodomestici, concede un ampio spazio di manovra per ridurre i consumi. Se la tua attività si trova in un’unità indipendente – tipo un capannone – fare installare dei pannelli solari avrebbe un impatto gigantesco sulla tua bolletta. Se questo non è possibile, cosa molto probabile per gli uffici o per alcuni ristoranti, si può fare questo:

  • utilizzare lampadine al LED: permettono di risparmiare l’80% di energia rispetto ai sistemi a incandescenza. Un bel po’, diciamo;

  • tieni d’occhio gli standby: la lucina rossa vuol dire che gli elettrodomestici stanno consumando, anche se non vengono utilizzati. Negli uffici sono stampanti, monitor, caricabatterie lasciati “appesi” a ritagliarsi una grossa fetta dei consumi;

  • calibra l’energia in base alle persone: se hai un’attività stagionale, spegni e stacca tutto quello che può essere spento e staccato. Stessa cosa vale per gli uffici: non accendere tutte le luci se non ci sono tante persone in ufficio. Chiedi all’ultima persona che va via di fare un controllo luci e condizionatori: costa poco e fa risparmiare un sacco;

  • attenzione all’aria condizionata: sappiamo che lo sai, ma tenere le porte di un negozio aperte con l’aria condizionata (o i riscaldamenti) che vanno è proprio uno spreco. Se dipendesse da noi, ti daremmo la facoltà di urlare ai clienti “Chiudete la porta!” subito;

  • affidati al movimento: utilizzare dei sensori per fare accendere le luci – soprattutto nei bagni e negli scantinati poco utilizzati – può evitare la famosa “palmata di mano su fronte”, tipica di quando hai dimenticato la luce del magazzino accesa per una settimana.

Puoi essere anche più radicale

Tipo: se stai ristrutturando il posto in cui lavori, puoi renderlo molto più efficiente. Scegli elettrodomestici con una classe energetica alta: costeranno di più, ma sarà un investimento che recupererai nel tempo sotto forma di bollette sensate.

Se quello che ti preoccupa invece è l’efficienza termica, puoi puntare su un “cappotto interno”. Il rivestimento isolante ruba un po’ di spazio, ma ti permette di avere una migliore climatizzazione interna e di risparmiare sul riscaldamento o sui condizionatori. In questo modo salverai capra e cavoli, risparmiando sia sul gas che sulla luce.

Un ultimo accorgimento – utile per chi ha un laboratorio – è sfruttare al massimo la luce naturale. Organizza le postazioni in modo da avere più ore di luce naturale possibile.

 

Tutto molto bello, ma i consumi fissi?

Per quello, purtroppo, non c’è moltissimo che si può fare. Chi ha un bar, una panetteria o un ristorante non può certo staccare frigoriferi, lavastoviglie o forni. Proprio per questo i piccoli comportamenti che abbiamo suggerito su sono fondamentali: elettrodomestici più efficienti, uso intelligente dell’illuminazione e – se possibile – un buon isolamento termico possono fare la differenza.

Insomma, le soluzioni per alleggerire la bolletta di qualche kW o Smc ci sono. Molte di queste non sono nemmeno legate ai comportamenti del singolo, ma a piccole modifiche “strutturali”. Un investimento che vale la pena considerare, se vuoi toglierti un pensiero.

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci

Inserisci un indirizzo email e un numero di telefono. Ti chiameremo noi.

Compilando questi campi confermi di aver letto la privacy policy. Useremo il tuo numero e la tua email solo per metterci in contatto con te e non per altri scopi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce