01 GIUGNO 2021

Fare riciclo creativo in casa

Come si dice: “da cosa nasce cosa”.

Condividi
Copia link

Ogni giorno, senza rendercene conto, sprechiamo una grande quantità di materiali di ogni tipo. Legno, cartone, carta, plastica. Eppure c’è un modo per riutilizzare gli oggetti che non usiamo più: si chiama riciclo creativo. Come funziona? Siccome noi vendiamo energia e di interior design ne capiamo davvero poco, ci siamo fatti aiutare dagli amici di Westwing.

 

Partiamo dalle basi: cos’è il riciclo creativo?

Il nome parla da solo: si tratta di dare nuova vita a materiali che altrimenti andrebbero buttati, per realizzare oggetti da utilizzare in casa. Non serve essere Leonardo, basta solo un po’ di buona volontà. 

 

Passiamo ai vantaggi 

Il più evidente è quello economico: riutilizzare le cose ti fa risparmiare sull’acquisto di nuovi arredi o accessori per la casa. Un altro vantaggio non da poco è che produrresti meno rifiuti, diminuendo la tua impronta di carbonio. E poi potresti scoprire di avere una nuova passione o semplicemente riuscirai a staccare la spina dallo stress quotidiano. In ogni caso avresti un momento tutto per te in cui creare qualcosa con le tue mani.

Per fare un mobile, ci vuole un oggetto

Con il riciclo creativo si possono creare un sacco di arredi originali. Se non l’hai mai fatto possiamo capire che l’idea di ideare dei mobili da zero ti spaventi. Niente panico: i designer di Westwing sostengono che sia più facile di quello che sembra e hanno anche qualche idea per i novellini del riciclo. Tipo queste:

  • farti un letto con i pallet. Un grande classico: dà quel tocco “industrial” che non passa mai di moda e ti permette di risparmiare soldi sull’acquisto di un letto nuovo. Fai così: prendi bene le misure (altezza, larghezza e lunghezza) e procurati dei pallet di recupero: puoi carteggiarli (cioè lisciarne la superficie con della carta abrasiva) o dipingerli del colore che preferisci. Fissali saldamente tra loro con dei chiodi, in modo da creare la struttura del letto che desideri: se vuoi, puoi aggiungere anche delle ruote piroettanti (quelle che possono girare su se stesse) per spostarlo con praticità, in caso tu abbia più paura della polvere che dei mostri sotto al letto;

  • costruire un guardaroba a scala: hai presente quel paio di vecchie scale a pioli in legno buttate in cantina? Il riciclo creativo ti viene in soccorso: puoi trasformarle in una struttura per un armadio a vista. Ti basterà usarle come lati del guardaroba, unendole con ripiani in legno o in compensato: fai solamente attenzione a fissare bene la struttura, in modo che possa reggere il peso di tutti i tuoi vestiti. Consiglio bonus: puoi usare i pioli ai lati come appoggi per sciarpe o foulard in seta;

  • farti una libreria con le cassette della frutta. Qui i consigli sono due: il primo è quello di cercare sempre di acquistare frutta e verdura a km 0, magari direttamente dal produttore. Il secondo è riutilizzare le cassette di legno che ti dà l’agricoltore come contenitori, ousarle per creare una libreria “shabby chic”. Per farlo ti basterà disegnare la struttura che ti piacerebbe ricreare, prendere le misure e metterti all’opera: inizia carteggiando le cassette, poi uniscile tra loro con una colla professionale o con delle viti. Se vuoi, puoi anche dipingere la tua nuova libreria: quando la vernice sarà asciutta non ti resterà che riempirla di libri o quello che più ti piace. 

     

Riciclare i piccoli oggetti

Se partire subito dai mobili ti spaventa, Westwing ti suggerisce di concentrarti su progetti di dimensioni più contenute: letteralmente. Le decorazioni e i soprammobili sono ottimi compagni dell’arredamento di casa e ti aiutano a personalizzare l’ambiente. Puoi iniziare da qui:

  • crea vasetti con le bottiglie di plastica. Se proprio non puoi fare a meno di utilizzare la plastica, almeno cerca di farlo più volte. Un’idea semplice è riusare le bottigliette come borracce, ma qui parliamo di creatività: prova a creare dei piccoli vasi per piante. Taglia a metà una bottiglia (la parte del fondo sarà il tuo vaso), poi applica dello spago tutto intorno fissandolo con la colla a caldo e abbelliscilo con dei nastri colorati, o con quello che preferisci. Avrai un vasetto dall’indiscutibile (o discutibile) fascino provenzale. Se sei per un'estetica più “moderna”, puoi dipingere il fondo esterno della bottiglia con una vernice metallizzata: in questo modo somiglierà a un vaso in metallo;

  • fai cornici con il cartone. Se hai esagerato con gli ordini online potresti avere casa piena di scatole e scatoloni: puoi buttarli, usarli come contenitori o farli diventare cornici. Taglia i pezzi che ti servono per i bordi della cornice nella misura che vuoi, incollali tra loro e decorali: prendi un altro pezzo di cartone sottile e utilizzalo come sfondo, fissandolo con dei fermacampioni. Attacca un gancio sul retro, mettici dentro una foto e appendila alla parete;

  • costruisci un orologio con del legno avanzato, perfetto per essere riciclato: carteggialo con attenzione e dipingilo con un impregnante (neutro o del colore che vuoi). Una volta asciutto, disegna i numeri sul “quadrante” o riproducili con altri materiali. Procurati un meccanismo con le lancette, segui le istruzioni per montarlo e avrai il tuo orologio fatto in casa. 

“E se il fai-da-te non fa per me?”

Puoi comunque arredare casa in modo sostenibile. Gli amici di Westwing ti consigliano di optare per materiali come le fibre vegetali (per esempio cotone e lino): sono dei classici senza tempo che danno un tocco di freschezza all’ambiente. Fai attenzione a sceglierli puri al 100%, senza poliestere o altri materiali, e preferisci le varianti organiche certificate. Per i tappeti puoi optare per la canapa: si tratta di una fibra morbida ma che resiste bene anche se viene calpestata molto spesso. Il bambù, invece, è noto per la sua forza e versatilità: si usa per realizzare pavimenti, tapparelle, lampadari, arredi da esterno, e molto altro. È perfetto se vuoi ricreare uno stile orientaleggiante, ma sta benissimo anche in ambienti dal tocco nordico. Il legno, soprattutto se di recupero, è ideale qualsiasi ambiente. È un grande amico dell’isolamento termico: se lo utilizzi per i pavimenti, la dispersione del calore sarà più bassa (e potrai abbassare il riscaldamento in inverno, per la gioia dell’ambiente).

Se abbiamo sciolto il freno alla tua curiosità, puoi fare un giro sulla pagina “Sostenibilità” di Westwing e trovare altre ispirazioni.

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci

Ti telefoneremo noi. Se vorrai, passeremo a una videochiamata e potrai condividere lo schermo.

Compilando questi campi confermi di aver letto la privacy policy. Useremo il tuo numero e la tua email solo per metterci in contatto con te e non per altri scopi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce