19 APRILE 2021

È arrivato il Robo

Il nostro nuovo aggeggio: fa cose che voi umani.

Condividi
Copia link

Chiamare questo “un giorno speciale per noi” è davvero riduttivo. Ci sentiamo come quei genitori completamente presi ed elettrizzati per l’arrivo del neonato: il nostro si chiama Robo ed è l’aggeggio che ci aiuterà a cambiare il mondo dell’energia. Le aspettative, insomma, sono alte.

L’anno scorso a quest’ora i neonati eravamo noi. Siamo entrati nel mercato promettendo una rivoluzione che partisse, prima di tutto, dalla consapevolezza delle persone sui propri consumi. Ma si sa, Roma non è stata costruita in un giorno, quindi abbiamo iniziato dando energia e consigli su come utilizzarla al meglio: pian piano è nata una community di NeNner – come ci piace chiamare noi e chi passa con noi – che durante gli ultimi mesi ci ha aiutati a navigare nella direzione giusta. E a ultimare il Robo.

Oggi si può monitorare praticamente qualsiasi cosa: i passi che facciamo, le calorie che consumiamo, l’arrivo dell’autobus o del cibo che ordiniamo. E casa nostra? Anche quando la lasciamo vuota, i nostri elettrodomestici continuano a consumare. Allora ci siamo chiesti come fare a capire quali consumi si nascondono dietro al ronzio del frigo o al borbottio della lavatrice, e se è davvero necessario che le lucine rosse degli stand-by continuino a guardarci in quel modo inquietante. Il Robo risponde a queste e altre domande, lasciandoti il tempo di fare tutt’altro: tipo non pensare all’energia.


“Bello, ma come funziona?”

L’habitat naturale del Robo è il quadro elettrico di casa tua. Si installa lì con la sua bella pinza amperometrica (che serve a misurare l’intensità della corrente) e inizia a raccogliere i dati di consumo. Attraverso un sofisticatissimo sistema di cui non possiamo parlarti riesce a rilevare cosa fanno i tuoi elettrodomestici e quanta energia impiegano per farlo. Per compiere quest’impresa il Robo ha bisogno di essere collegato al Wi-Fi, così può trasmettere a te e a noi i consumi che ha registrato: li vedrai sulla tua app. Prima che tu ce lo chieda no, non dovrai mettere le mani nel quadro elettrico: manderemo un tecnico che installerà il Robo gratuitamente.

Appena sistemato, il Robo si metterà a studiare: prima di poter analizzare gli elettrodomestici, deve riconoscerli. Farà così:

  • la prima settimana ti mostrerà i consumi totali e come utilizzi la tua potenza energetica. Se stai per sforarla, il Robo ti avviserà;

  • dalla seconda settimana in poi inizierà a farti vedere i consumi del frigo, degli stand-by, delle luci e dei dispositivi di intrattenimento, come la TV e il computer;

  • dopo un mese, se li hai utilizzati un po’ di volte, ti mostrerà anche i consumi dei tuoi principali elettrodomestici. Oltre alle cose che abbiamo scritto sopra, il Robo per ora è in grado di rilevare la lavatrice, l’asciugatrice, il forno e la lavastoviglie.  

Quando avrà il quadro completo della situazione, inizierà a darti consigli personalizzati per aiutarti a consumare meno e meglio.

Questo è il Robo

Qui potremmo dirti che risparmierai un sacco

Ma la verità è che non possiamo (ancora) saperlo. Avremmo potuto prometterti che avresti risparmiato “almeno il 30%” o essere più vaghi sul funzionamento del Robo, ma usare parole poco trasparenti non fa parte del nostro modo di lavorare. Siamo convinti che aiuterà tutti quelli che lo useranno a rendersi conto di cosa succede in casa propria e fare più attenzione ai consumi: questo ridurrà gli sprechi e su larga scala aiuterà il pianeta. Non appena verremo a conoscenza dell’impatto economico sulle bollette, lo comunicheremo.


“Quanto costa il Robo?” 

5 € al mese: meno di un sacco di cose che, diciamocelo, non ti servono. È la cifra che, dopo parecchio tempo, ci permette di rientrare dei costi dell’installazione (gratuita per chi richiede il Robo) e del mantenimento del servizio. Ma non servirà solo a questo. Il Robo crescerà, e parecchio: nei prossimi mesi aggiungeremo diverse nuove funzioni e continueremo a farlo finché il nostro aggeggio avrà vita. Il costo viene aggiunto alla tua rata mensile: il Robo, infatti, è riservato ai clienti NeN. Se ancora non sei dei nostri sarebbe ora che ci pensassi, anche perché fino al 31 maggio 2021 puoi averlo a 2,50 € al mese per i primi 12 mesi.

Ci piace immaginare la colazione del Robo così.

Non tutti possono averlo

Non per il momento. Come ti dicevamo, l’aggeggio deve essere necessariamente collegato a una rete Wi-Fi e ha bisogno di un po’ di spazio nel quadro elettrico: è piccolino ma dovrà pur mettersi da qualche parte. Inutile dire che il quadro dovrà essere a norma di legge per tutelare sia te che il nostro installatore.

Se hai un impianto fotovoltaico collegato ti sconsigliamo, per ora, di prendere il Robo: la lettura dei dati potrebbe essere falsata dall’energia prodotta dai pannelli. Ci stiamo lavorando. 

Non usiamo il Robo per ricalcolare la rata a fine anno

Perché è vero che rileva i consumi con una precisione del 95%, ma l’unico che può dirci con esattezza quanto hai consumato è il tuo distributore. Questo vuol dire che per legge dobbiamo sempre attenerci a quello che ci comunica lui e che, se oggi hai bisogno di fare l’autolettura, dovrai farla anche quando avrai il Robo. Però vuoi mettere sapere sempre quanto sta consumando ogni elettrodomestico di casa e poter governare i tuoi consumi in tempo reale?

Hai bisogno di aiuto?

Cerca tra le domande che ci fanno più spesso

Entra in contatto

Entrando in contatto confermi di aver letto la privacy policy.

Sentiamoci

Ti telefoneremo noi. Se vorrai, passeremo a una videochiamata e potrai condividere lo schermo.

Compilando questi campi confermi di aver letto la privacy policy. Useremo il tuo numero e la tua email solo per metterci in contatto con te e non per altri scopi.

Contatta il tuo distributore

Ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

Perfetto!
Hai un guasto o un’emergenza?

Contatta il tuo distributore: ti darà assistenza per guasti, fughe di gas, blackout o interruzioni del servizio.

PDR POD Per il gas
Per la luce